Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Assoluti, Massimiliano Ferrario e Rigoletto della Florida in testa

Nella foto © HorsesMedia: Massimiliano Ferrario su Rigoletto della Florida
Nella foto © HorsesMedia: Massimiliano Ferrario su Rigoletto della Florida

Il percorso, tabella C, per iniziare la tre giorni del campionato assoluto italiano 2017 è severo, errorabile, lungo, ma non cattivo.
Il maestro Uliano Vezzani è una garanzia, come al solito.
Parecchi errori, scarti ed alcune difese al n' 4 ,gabbia di dritti , in cambiamento trasversale,  vicino alla porta. C'è' stato chi avrebbe preferito tornarsene a casa subito!
Nulla comunque da lasciare al caso in ogni dove. Fuori posto le improvvisazioni avventurose. Oltre alla gabbia n' 4 , particolarmente difficile ed errorabile la sequenza dei due larghi finali.
Non sono arrivata in tempo per vedere Massimiliano Ferrario che, partito tredicesimo, con il suo Rigoletto della Florida con un percorso netto nel tempo di 78,32 e' salito in testa alla classifica e non è più sceso, fino al termine della gara.
Prima di lui era partito Paolo Pomponi, che con un errore (4 secondi di penalizzazione) e terminando con il tempo di 80,49, si aggiudicava la sesta posizione di oggi.
In questo campionato mi ha colpito la potenza dei cavalli, tanti cavalli potentissimi, che passeggiavano su di un percorso di 1,50. Eccezionale la grigia Clintissima di Marta Bottanelli, che dopo un abbrivio un po' laborioso, ha svolazzato per il percorso.
Veramente brava l'amazzone Melissa Vanzani su Corleone, che con 0 penalità ed il tempo di 79,81 si è classificata quarta. La leggerezza, la condotta di gara vigile, ma mai brusca, la precisione e la tempestività dei micrometrici interventi di questa Signora sono particolarmente degni di nota. Complimenti.
Un po' faticoso il percorso di Juan Carlos Garcia su Coccodrillo che, partito ventitreesimo, con un netto ed il tempo di 81,27 finisce nono in classifica.
Due sole pelate e due errori ai due ingressi delle due gabbie da parte del bel e potente cavallo ( forse ancora un po' inesperto?) di Giulia Martinengo Marquet: Fine Edition.
Il secondo posto della gara di oggi e' andato a Gianluca Parracciani, un gentile signore che in filetto, senza speroni, a redine lunghe sul suo bel cavallo Cef V  Veecaten, fiducioso e sereno, ha terminato il percorso in 78,46 a meno di 20 centesimi di secondo da Massimiliano Ferrario. Bravissimo!
Emilio Bicocchi in forma spettacolare, con 4 penalità ed il tempo di 78,77 agguanta la terza posizione e Francesco Franco la quinta con 0 penalita' ed il buon tempo di 80,23.
Filippo Moyerson, trentasettesimo a partire,  stampa un percorso in avanti da manuale, ma si impappina sull'ultimo con la sua Canada e sono 4 penalità. Peccato, comunque ottavo. E' ancora bene in gara.
Francesco Turturiello, partito, con il bel sauretto ( il diminutivo attiene solo all'altezza) Quinoa Des Pres porta a termine il suo netto che lo colloca nella settima posizione. Antonio Garofalo tocca l'ultimo ed esce dai primi dieci in classifica.
Partito per ultimo, sono due gli errori per Paolo Paini, compiuti nella seconda metà del percorso su Ten Ten, dopo aver impostato, fin dai primi ostacoli una gara in avanti e brillante. Peccato!
Il terreno dell'arena Dante è perfetto. Non fa certo caldo, ma non piove e domani mattina alle 10,30 avrà  inizio la prima delle due manches della due percorsi. Cuore  del campionato.
Ecco la classifica di oggi.
1) Massimiliano Ferrario 78,32
2) Gianluca Paracciani 78,46
3) Emilio Bicocchi 78, 77
4) Melissa Vanzani 79,81
5) Francesco Franco 80,23
6) Paolo Pomponi 80,49
7) Francesco Turturiello 81,17
8) Filippo Moyerson 81,24
9) Juan Carlos Garcia 81,27
10) Luca Marziani  82,45