Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Al Centro Ippico Mahdia ....si dipingono i cavalli!

disegno Fulco Pratesi
disegno Fulco Pratesi

Bambini e pony insieme per ricordare un grande condottiero e la sua impareggiabile cavalleria: quei Numidi alleati di Cartagine che batterono i Romani nelle pianure pugliesi 2.200 anni fa...
«Spero che questo manifestazione diventi un appuntamento annuale per sensibilizzare l'opinione pubblica e le autorità locali sulle problematiche legate alla concreta integrazione dei portatori di handicap.
Questo mio PONYDAY©  (un AAA o Animazione con gli Animali) offre un'attività di gruppo basato sul gioco: il bambino viene messo in condizione di imparare da solo,  in maniera divertente e stimolante, con un animale della sua taglia e senza rischio di blocchi. L'educatore-terapeuta, nel frattempo, dispone di una vasta gamma educativa. La sua attività consiste nel creare il desiderio in ogni bambino di imparare, di conoscere meglio il pony e rimanere in armonia con lui, non essendo la tecnica il fine ultimo - dice Maria Gabriella Incisa di Camerana, responsabile del Centro Ippico Mahdia -perchè il mio motto è : L'educazione con lo sport, l'apprendimento con il gioco! »

"ON VA PEINDRE DES CHEVAUX "   (Dipingeremo dei cavalli) è un'attività interattiva integrata che fa parte della campagna di sensibilizzazione sull'autismo e la diffusione della Pet Therapy in Tunisia "BLUE HORSE - Les chevaux en bleu", promosso dal Centro Ippico Mahdia. Un'occasione anche per infrangere quei pregiudizi che sono il principale ostacolo per l'integrazione nella comunità delle persone portatrici di handicap.
  
Questo evento di animazione commemora il comandante e uomo politico cartaginese Annibale Barca, considerato uno dei più grandi strateghi militari della storia.
Cresciuto in un periodo di grandi tensioni tensioni nel Mediterraneo, mentre Roma cominciava a imporre il suo potere nel Mediterraneo occidentale. Dopo l'annesione di Sicilia e Sardegna, a seguito della prima guerra punica, i Romani avevano inviato truppe in Illiria e continuavano la colonizzazione del nord Italia. Educato, secondo la storiografia latina, nell'odio di Roma, Annibale è, secondo i suoi nemici, all'origine della seconda guerra punica, che gli antichi chiamavano proprio "guerra di Annibale".
Il 2 agosto 216 a.C., nei pressi della città di Canne, nelle  Puglie, si combatté  quella battaglia che fu la più importante di tutta la seconda guerra punica. L'esercito cartaginese, guidato da Annibale, sconfisse quello della Repubblica romana, ben più numeroso, sotto il comando deil consoli Gaio Terenzio Varrone e Lucio Emilio Paolo. Considerata come un capolavoro tattico, questa battaglia , 23 secoli dopo, vien ancora studiata nelle scuole militari.
Questo evento renderà omaggio a questo grande comandante e stratega cartaginese ma anche ai suoi cavalli, gloria della cavalleria numida, "montati senza morso ne gualdrappa" , come ci tramanda Tito Livio.    
Questi cavalli sono oggi degli eccellenti mediatori nella pet therapy, una tecnica di intervento, utilizzata come coadiuvante delle terapie convenzionali, in cui l'animale assume il ruolo di intermediario, di catalizzatore  tra uno  zooterapeuta ed un paziente con problematique fisiche, mentali o comportamentali.
Di questa razza minacciata di estinzione ne esistono solo più duecento unità, e un piccolo branco vive ancora nel quartiere di Hiboun a Mahdia, l'antica "Hippon", dove c'erano le scuderie di Annibale.
"ON VA PEINDRE DES CHEVAUX"   (Dipingeremo dei cavalli ) è quindi un evento che include  storia, cultura, belle arti, bambini, salute, ecc. La partecipazione di diversi sarà garantita da quelli tunisini e da quelli europei che hanno già aderito all' hashtag  #AutismPetTherapyTunisia lanciato dal Centro Ippico Mahdia e sostenuto dal giornale Cavallo Magazine, come Fulco Pratesi ambientalista, giornalista, politico, fondatore del WWF Italia, di cui è ora presidente onorario, e Giorgio Forattini, impareggiabile vignettista satirico.
IL PROGRAMMA SI SVOLGERÀ IN TRE MOMENTI:

1) Giornata "Porte Aperte Pony di Mogods" il 2 agosto dal 16h30 alle 19h30, per conoscere ed avvicinare questa razza equina minacciata di estinzione.  

2) Un Laboratorio di Belle Arti Viventi (ABAV), presso il Centro Ippico Mahdia, sito nella zona turistica di Mahdia, sabato 13 agosto, dalle 17h00 alle 20h00
Un pomeriggio di "Hippo-arte all'aria aperta" sarà organizzato il sabato 13 agosto, a partire dalle ore 17h00, presso il Centro Ippico Mahdia, che si trova nella Zona Touristica, con gli artisti locali che vorrano parteciparvi, e tutti i bambini, compresi i "diversamente abili, nell'ottica di  un'integrazione sociale globale.
Diversi laboratori di pittura saranno organizzati in collaborazione con l'artista tunisino Kamel MILI.

I bambini potranno divertirsi dipingendo il simbolo della "Mano di Fatma - La Khamsa" direttamente sui cavalli utilizzati come tele viventi, con le proprie mani e con colori alimentari atossici.